La Rocca di Babbo Natale

Alle pendici del Monte Amiata sorge Piancastagnaio, piccolo borgo medioevale avvolto da una magica e fiabesca atmosfera natalizia. Proprio qui Babbo Natale aspetta i bambini in una particolare dimora: l’antica Rocca Aldobrandesca che dal 1100 domina impetuosa il piccolo paese, regalando suggestioni e magie in un’ esperienza unica per grandi e piccini. Speciali Elfi accompagneranno i piccoli visitatori tra le stanze della Rocca di Babbo Natale, per trascorrere momenti magici di allegria e creatività .

… Gli elfi vi accolgono

Giunti all’ingresso della Rocca di Babbo Natale, un gruppetto di simpatici ed allegri Elfi si presenterà a voi raccontandovi curiose storie sulla vita e la casa di Babbo Natale. Non abbiate timore, sono solo dei burloni, che per questa speciale occasione vi guideranno fino alla parte più alta della Rocca.

“Lo studio” di Babbo Natale

Cosa fa Babbo Natale quando è nel suo studio? Immerso nei suoi pensieri medita su come rispondere a tutte le letterine dei bambini e intanto sfoglia il grande libro portato dalla lontana Lapponia. Nel planisfero alle sue spalle controlla i posti dove deve recarsi, mentre la clessidra gli ricorda che Natale si avvicina … Il fuoco caldo e crepitante del grande camino riscalda la stanza.

“La cucina” di Mamma Natale

Intanto un odorino arriva dal forno in cucina … E’ il pane speciale che stanno preparando Babbo Natale con gli Elfi che, pigri come sono, lasciano sempre la tavola apparecchiata e tanta confusione nella cucina del padrone di casa. Attenti : se osservate bene, potreste vedere qualcuno di loro uscire da qualche scatola di biscotti: gli Elfi sono golosissimi!

“La camera da letto” di Babbo Natale

Salendo di un piano troverete una stanza piena di giocattoli e pacchi pronti per essere spediti. Se fate silenzio, e non vi fate vedere, potrete entrare anche nella sua camera. A volte anche di giorno potreste sentire Babbo Natale russare … cerca di riposare poverino… quando non è occupato a portare i regali a voi bambini.

“L’ufficio postale” di Babbo Natale

Dalla camera gli Elfi vi condurranno lungo una grande e ripida scala per giungere nel luogo dove i desideri di ogni bambino diventano realtà: l’Ufficio Postale. Un simpatico Elfetto, in veste di aiutante di Babbo Natale, timbrerà la vostra letterina! Ci vorrà molta forza per muovere il nastro che la trasporterà direttamente in Lapponia Chissà se ci riuscirete?

Il boschetto degli elfi

Vicino all’ufficio postale c’è un piccolo boschetto dove gli Elfi giocano e provano a fare qualche lavoretto … ma, un po’ perché sono svogliati, un po’ perché sono indaffarati, hanno lasciato diversi lavori da ultimare. Che dite, avete voglia di aiutarli? Se non avete scritto a casa la vostra letterina questo è il posto giusto per fermarvi, anche perché siete quasi arrivati alla stanza più importante dove Qualcuno molto speciale vi sta aspettando.

Il trono di Babbo Natale

Una grande scalinata vi condurrà nella parte più alta della torre della Rocca. Lassù, avvolto in un’atmosfera magica, sotto un cielo di stelle, circondato da grandi pacchi pronti ad essere spediti, potete scorgere, comodamente seduto nel suo trono: Babbo Natale! Il buon vecchio (ma non lo chiamate così perché Lui si sente un bambino), è molto vanitoso e ama farsi fotografare con i suoi giovani ospiti. Quindi andate pure da lui, tirategli la barba e fategli qualche scherzetto. Sicuramente ci guadagnerete anche qualche caramella …

… cosa fare prima o dopo la visita alla Rocca?

In attesa di effettuare la visita alla Rocca di Babbo Natale, o subito dopo averla terminata, vi consigliamo di ammirare il bellissimo Presepe che occupa il primo piano della Rocca, caratterizzato da una lunga tradizione e costruito a mano dagli artigiani locali.

Troverete una stanza dove potrete scoprire tante nuove fiabe scritte e illustrate dai bambini delle scuole primarie di tutta l’Amiata. Si tratta della terza edizione del concorso “Inventa una fiaba”. La classe vincitrice del concorso nel 2016 vedrà la propria fiaba rappresentata nelle vie del paese durante Favoliamoversoilnatale 2017.

Chiama ora
Direzioni